Liz e Marianna: 2 storie di vela per celebrare la festa del gatto

15 febbraio 2017

Due donne, due gatte, due storie che uniscono la passione per la vela e l’amore per gli animali.

La raccontiamo in occasione della festa del gatto, una ricorrenza annuale che cade il 17 Febbraio. La prima storia viene da oltreoceano: Liz Clark, 34enne americana si licenzia dal suo lavoro di barista a San Diego nel 2006 per girare il mondo in barca a vela. Ma la storia non finisce qui: nel 2013 accoglie a bordo una gattina di sei mesi, Amelia, che diventa la sua compagna di viaggio. Amelia si è adattata a vivere in mare…e ad essere protagonista dei Social. Liz Clark infatti, dopo pochissimo tempo dall’adozione della piccola Amelia, è diventata super popolare e degli sponsor le hanno messo a disposizione una barca a vela a patto che documentasse le sue avventure. Liz ha viaggiato lungo la costa occidentale del Messico, dell’America Centrale e in tutto il Sud Pacifico: oltre di 18 mila miglia percorse in compagnia della piccola Amelia.

La seconda è una storia nostrana e ha come protagonista Marianna De Micheli: chi seguiva la soap opera CentoVetrine la conosce come Carol Grimani, personaggio dalle mille sfaccettature. Dopo la chiusura definitiva della soap l’attrice decide di smettere i panni dell’attrice e di calarsi in quelli della velista, salendo su una piccola barca a vela e circumnavigando l’Italia da sola, con l’unica compagnia del suo gatto, Jingjok. Il suo libro, pubblicato a Maggio, si intitola Centoboline, gioco di parole nato dal mix di CentoVetrine e “bolina”, un’andatura velica: il libro è il diario di bordo di Marianna De Micheli; Dalla Liguria a Trieste, dalla Giraglia alla Barcolana, compiendo il periplo completo dello stivale e della Sicilia. Un viaggio divertente e unico, con avventure, incontri e imprevisti che diventano l’occasione per raccontare e raccontarsi, senza retorica e sempre con ironia, attraverso le molteplici vicissitudini che hanno costellato la vita di questa giovane attrice.

L’amata Thailandia e l’incredibile esperienza diretta dello tsunami, i viaggi avventurosi, i provini estenuanti, l’entrata nella famosa soap opera e la notorietà. Ma soprattutto il mare, il sole, il vento, gli approdi, le discese a terra, accolta sempre con simpatia e talvolta con stupore nei meravigliosi porti piccoli e grandi che costellano il nostro paese.

Tutto questo sempre con la sua amata gatta e grazie alla sua barca acquistata e battezzata Maipenrai, che in thailandese significa: “non importa”.

 

Cosa hanno in comune le due donne? Sicuramente un’energia e un coraggio particolari e poi la voglia di condividere un’avventura così speciale con un una presenza discreta ma affettuosa: le loro gatte, Amelia e Jingjok, che non hanno perso tempo, diventando in tempo record protagoniste del web.