Vacanze in barca: cosa portare in valigia ma soprattutto…cosa non portare!

28 giugno 2015

La vita (in barca soprattutto!) è fatta di priorità e di piccoli compromessi. Ma sfatiamo subito il mito che in barca si stia tremendamente stretti, che in barca non ci si lavi e che in barca non ci sia l’elettricità. Certo, sarebbe meglio evitare di portare la valigia rigida del bisnonno (pace all’anima sua) ed è preferibile non portarsi la piastra per i capelli e i bigodini…ma in barca la comodità esiste e, con dei piccoli accorgimenti, lo spazio sarà abbastanza per tutto l’equipaggio. Ecco in seguito delle tips per viversela al meglio.

Pochi (indumenti) ma buoni

Per una settimana in barca d’estate bastano poche cose, tanto la maggior parte del tempo lo si passa in costume…insomma, care signorine, niente tacco 12 e collezioni di scarpe di 15 sfumature diverse, da abbinare alla borsa, al costume e agli orecchini. Un borsone morbido è poi preferibile perché una volta vuoto lo si può piegare e stipare da qualche parte, al contrario di una valigia rigida. Per una veleggiata d’autunno bisogna munirsi di cerata antivento, scarpe con suola liscia e chiara, felpa e, per chi avesse voglia di passare alla Decathlon, abbigliamento termico. Ah, non dimenticate i calzettoni…antiestetici ma molto funzionali!

serata

Doccia…en plein air, con i prodotti giusti

Le barche sono dotate di bagni con doccia ma l’ideale è farsi un bel «bagno marino» con appositi prodotti bio per poi asciugarsi con l’ultimo sole del tramonto. I saponi marini, impediscono al sale di attaccarsi alla pelle e rispettano l’ecosistema marino, al contrario dei prodotti comuni). Per chi veleggia con Sailsquare c’è uno sconto speciale sui prodotti di Bodysailing: richiedete il vostro prodotto tramite un ordine a info@bodysailing.it specificando di aver prenotato con Sailsquare: questo darà diritto al 20% di sconto sul prezzo di listino di tutti i prodotti. L’ordine viene solitamente spedito e recapitato nel giro di 2-3 giorni.

Come si fa il “bagno marino”? Gli step sono a portata di rimbambito: tuffo per bagnarsi, risalita e insaponamento a bordo, tuffo per togliere il grosso, risciacquo generale di acqua dolce con doccino a poppa, avvolgere in telo asciutto e frizionare vigorosamente fino ad asciugatura completata. Tutto chiaro?

Il panico da “come ricarico il cellulare”?

Volete caricare il cellulare? Comprate un caricatore a pannelli solari! Volete asciugarvi i capelli? Nessun problema, potete usare il Fhon (…s’intende il vento ovviamente!)! Scherzi a parte, sottocoperta sono presenti delle prese alimentate da un generatore (da usarsi con parsimonia), che possono essere utilizzate per phon portatili, caricatori di cellulari o tablet. Ecco, magari evitiamo il ferro da stiro da viaggio, quello vi assicuriamo che non serve! Per ogni informazione specifica rivolgetevi direttamente a chi conosce bene la barca: il vostro skipper!

bodysailing

Last but not least!

Ecco alcune cose da non dimenticare e indispensabili per la valigia del neo-marinaio perfetto: occhiali da sole, creme protettive (lo sappiamo, vi volete abbronzare, ma fidatevi che servono!), un cappellino o una bandana per quando il sole picchia di più. Inoltre in barca possono essere molto utili dei sacchettini di plastica per evitare di inquinare il mare (dalla cicca di sigaretta al nocciolo di pesca), maschera e boccaglio per non perdersi le meraviglie marine dei più bei mari del mondo.