Cosa vedere alle Isole Eolie?

19 aprile 2017

Isole Eolie: sette bellissimi paradisi naturali per una vacanza indimenticabile

Le isole Eolie sono un arcipelago vulcanico situato nel Mar Tirreno sulla costa settentrionale della Sicilia, in provincia di Messina, a nord della costa siciliana. L’arcipelago nel 2000 è stato proclamato dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità. Sette bellissimi paradisi naturali per una vacanza unica in un mare che più blu non si può. Isole piene di sorprese e di contrasti. Chi oggi vi si avvicina, con la nave o in monoscafo, non può fare a meno di essere sopraffatto dalla magnificenza del paesaggio e di essere invogliato ad esplorarlo. Nel corso dei millenni, le eruzioni hanno più volte modificate le Isole nelle dimensioni e nell’aspetto.

Le coste ed i fondali sono stupefacenti ma anche l’interno delle isole è ricco di fascino: imponenti vulcani sempre attivi, bizzarre formazioni rocciose, fitta vegetazione a Salina, villaggi preistorici a Lipari, Panarea e Filicudi e i tesori archeologici, che il mare ha restituito, sono gelosamente conservati nel Museo Archeologico di Lipari.

Poche parole bastano a trasmettere il forte richiamo delle Eolie. Ieri come oggi grandi viaggiatori famosi quali Dumas, Houel, Guy De Maupassant, De Dolomieu e l’arciduca Luigi Salvatore d’Austria, hanno esplorato i luoghi e studiato l’economia le tradizioni e i costumi di queste bellissime isole.

Allora, l’estate è dietro l’angolo e non hai ancora deciso la tua destinazione? Ecco sette buone idee per scegliere le Isole Eolie in barca a vela.

Isole Eolie: storia, mitologia e natura selvaggia

Le Isole Eolie sono un must per tutti i marinari. L’arcipelago delle Eolie deve il suo nome ad Eolo, signore dei venti, che qui, secondo Omero, aveva il suo regno.  Nei versi dell’Odissea si narra infatti che Eolo ospitò in queste terre Ulisse, reduce dalla guerra di Troia e, commosso dal racconto dell’eroe greco, gli fece dono di un otre dentro il quale erano rinchiusi i venti contrari alla navigazione. La leggenda vuole che, durante il viaggio, Ulisse fece soffiare solo il dolce Zefiro ma mentre egli dormiva, i suoi compagni, credendo che l’otre fosse piena di tesori, l’aprirono liberandone i venti che scatenarono una terribile tempesta dalla quale si salvò solo la nave di Ulisse.

Non solo mitologia e mistero avvolgono queste isole. Le Eolie, sono creature vulcaniche nate dalla presenza attiva dei quattro elementi: aria, acqua, terra e fuoco.  Le Terre emersero dal mare e da allora hanno più volte preso e mutato forma. L’evoluzione è ancora in atto tanto che vicino a Stromboli è sorto, nel 1955, un nuovo isolotto poi inabissatosi, a Lipari le colate di pomice del Monte Pelato risalgono al 729 d.C, i vulcani di Stromboli e Vulcano sono ancora attivi e per finire a Vulcano, Lipari e Panarea, acque e fanghi termali ci ricordano che sottoterra non tutto è assopito.

Il clima infine è temperato, in inverno il termometro non scende mai sotto i dieci gradi e fuori stagione le temperature sono sempre piacevoli e invogliano a un bel tuffo in mare.

Le estati non sono torride perché mitigate dalla brezza marina. In primavera, la vegetazione che ammanta le fertili isole è un’esplosione di colori e di profumi. Un tempo erano ricoperte da fitti boschi ma, oggi, la macchia mediterranea ha preso il sopravvento.

Isole Eolie: qual è la più bella

Isole di vento e di sole che hanno forgiato il carattere e l’identità degli isolani. Nonostante le vicissitudini della storia e i cambiamenti imposti dal mondo moderno, questa identità è sopravvissuta con i suoi costumi e le sue tradizioni.

Comunque, ogni isola ha le sue caratteristiche uniche, che si possono scoprire ancora meglio a vela:

Ad ovest dell’Arcipelago e vicine a Palermo, sono le isole per gli amanti della natura e della tranquillità: Alicudi è la più selvaggia delle Isole, non vi circolano veicoli ed e’ caratterizzata da un territorio selvaggio ed incontaminato, ideale per un perfetto mix siciliano di vacanza al mare e trekking. Filicudi invece è protetta dal vento ed è il posto giusto per le immersioni. Dotate entrambe di straordinaria bellezza, sono un rifugio “antistress” ideale per chi ha voglia di rilassarsi godendosi paesaggi unici al mondo.

Filicudi

Panarea è l’isola alla moda, meta di un turismo d’élite, l’isola più esclusiva e preferita dai vip.

Panarea

Stromboli e Vulcano, aspre e selvagge, attirano un turismo giovanile un po’ bohémien.Stromboli si presenta come un enorme gigante nero col pennacchio infatti quando il sole tramonta è possibile vedere la fiamma del vulcano uno spettacolo unico al mondo. Vulcano resta un’isola molto frequentata soprattutto per lo stabilimento termale: chi ci va infatti,  non può non immergersi almeno per un minuto nel laghetto naturale dei fanghi caldi.

Stromboli

Salina, la più piccola delle Isole, è soprannominata “la verde”, e per la sua tranquillità è la prediletta da tante famiglie con bambini. Salina è anche l’isola che ha affascinato Massimo Troisi: meta scelta non a caso per girare il film “Il Postino“; l’isola è inoltre è famosa per i capperi e la produzione di Malvasia, famoso nettare degli dei.

Salina_il_postino

Lipari, l’isola maggiore e più abitata dell’Arcipelago,  è sede del Comune da cui dipendono tutte le altre isole (esclusa Salina). E’ inoltre detta la montagna bianca perchè costituita dalla pomice, una pietra che in acqua sta a galla.

Lipari

Allora, qual è la tua isola preferita?