Le 10 spiagge italiane da vedere almeno una volta nella vita

29 agosto 2017

Sardegna, Sicilia, Toscana, Liguria, Golfo di Napoli.. Ci sono così tanti luoghi paradisiaci in Italia che un giro in queste spiagge è d’obbligo! In barca a vela si possono raggiungere le cale più belle, quelle dove si trova solo la natura incontaminata e la meraviglia dei luoghi. A voi la scelta, a voi la destinazione, ma sappiate che ci sono proprio alcune spiagge che è impossibile non vedere almeno una volta nella vita. Ci sono infatti alcune calette che sono raggiungibili sono via mare e dunque sono perfette da scoprire in barca a vela, godendosi il panorama cullati solo dalle onde del mare e dal rumore del vento.

Il Belpaese vanta circa 7500 chilometri di coste, dalla Sardegna a Lampedusa, dalla Liguria al Golfo di Napoli: ecco qua una lista di spiagge italiane dove potersi crogiolare al sole e scoprire le bellezze della nostra Italia, a vela!

Porto Giunco, Villasimius, Sardegna

Porto_Giunco

La spiaggia dei due mari, meglio conosciuta come Porto Giunco si trova ai piedi di un promontorio sul quale sorge un’antica torre di avvistamento di origine spagnola, Torre di Porto Giunco appunto. Questa spiaggia si trova a Villasimius, nella costa sud-orientale della Sardegna a pochi chilometri da Cagliari. La spiaggia è di sabbia sottilissima e bianca con delle sfumature rosa dovute ai piccolissimi detriti delle rocce di granito rosa. L’acqua è sempre limpida e cristallina, specie nelle giornate di maestrale; la sua particolarità? Allontanandosi dalla costa, il colore del mare cambia mostrando un’infinità di sfumature d’azzurro. Inoltre questa bellissima insenatura è sempre riparata dal vento grazie a dei piccoli promontori che sorgono alle sue spalle. A fare da cornice a questo luogo incantato troviamo la tipica macchia mediterranea che fiancheggia tutta la spiaggia.

Porto Giunco è inoltre un luogo ideale per famiglie con bambini dovuto al fatto che il fondale marino è sabbioso e prevalentemente basso.

Cala Rossa, Isola di Favignana, Sicilia

Cala_Rossa

Appartenente all’arcipelago delle Egadi, in provincia di Trapani, si trova un piccolo paradiso: Cala rossa, una spiaggia siciliana di rara bellezza, tra le località più famose dell’isola di Favignana.

Questa piccola baia è conosciuta per i colori azzurri del mare che si sposano alla perfezione con le pareti bianche di tufo, rendendo questa caletta un quadro indimenticabile. La spiaggia si raggiunge percorrendo un piccolo sentiero a piedi (se amate il trekking) ma la vera bellezza è arrivarci a bordo di una barca a vela, così da godersi il panorama.

Nominata da Skyscanner una delle spiagge più belle d’Italia e non è difficile capirne il motivo: il mare qui è cristallino ed incorniciato da scogli di varie forme e dimensioni, inoltre fra le insenature create dagli scogli prende vita anche una piccola spiaggia formatesi recentemente con l’apporto di sabbia delle correnti.

Spiaggia di Tropea, Tropea, Calabria

Tropea_Calabria

La Calabria è una delle regioni più scelte per le vacanze italiane e questa reputazione è legata in gran parte alle bellissime spiagge di Tropea, conosciute per le acque turchesi e per la particolare conformazione della roccia a strapiombo sul paese. Tropea è conosciuta in tutto il mondo grazie al mare cristallino che bagna la costa, nonché per la sua atmosfera caratteristica che ne pervade i vicoli. Le spiagge di Tropea si possono raggiungere attraverso tre strade e quattro scalinate, che partono dal Duomo. La spiaggia del Cannone, è ottima se cerchi un angolo di paradiso tranquillo: si tratta infatti di una delle spiagge di Tropea più piccole e meno frequentate, grazie alla sua posizione abbastanza nascosta dietro al molo nord del porto turistico e allo scoglio di San Leonardo. Una spiaggia appartata, piccola e ideale per rilassarsi fuggendo dalla folla.

Cala Mariolu, Baunei, Sardegna

Cala_Mariolu

Cala Mariolu è stata nominata nel 2016 la spiaggia più bella d’Italia. E’ una fantastica insenatura caratterizzata da sassolini bianchi e rosa misti a sabbia che si raggiunge in due modi: con un impegnativo trekking (per esperti) attraverso la natura selvaggia o in barca a vela. Si trova nella splendida costa centro-orientale della Sardegna, ed è una perla del bellissimo Golfo di Orosei. È circondata da un’alta falesia che raggiunge i 500 metri di altezza e che cade a picco sull’acqua sia a nord che a sud ed è caratterizzata da un basso fondale che merita un’immersione con maschera e pinne. Se sarete particolarmente fortunati, potrete anche avvistare i delfini a largo!

Lo spettacolo di Cala Mariolu è una tappa d’obbligo per chi visita la Sardegna, semplicemente una delle spiagge più caratterizzanti dell’Isola, nonchè più belle di tutto il Mediterraneo: il suo panorama colpisce per le tonalità infinite di blu, verde smeraldo e azzurro e per i sassolini che sembrano fiocchi di neve.

Spiaggia dei conigli, Lampedusa, Sicilia

spiaggia_dei_conigli

Un’altra perla del nostro Belpaese è sicuramente la spiaggia dei Conigli a Lampedusa, isola al largo della Sicilia nell’arcipelago delle Pelagie. Le sue caratteristiche distintive sono i colori del mare limpidissimo, con tutte le sfumature dell’azzurro e il panorama unico che offre, con l’omonimo isolotto dei Conigli che si trova nella parte sud ovest dell’isola di Lampedusa. Qui potete trovare anche un’incredibile fauna marina e il gabbiano reale, che ha scelto questa isola per nidificare.
La spiaggia dei conigli oltre ad avere conquistato il primo posto a livello nazionale, si è guadagnata la quinta posizione nella top 10 delle spiagge più belle d’Europa!

Si tratta di una autentica meraviglia, in uno scenario da sogno, immersa in un’atmosfera incantata.

La spiaggia dell’isola è un luogo incantevole caratterizzato da sabbia dorata e acqua limpida. Nella parte meridionale della costa lampedusana vi sono molte spiagge meravigliose, tra cui Cala Pulcino, una piccola spiaggia con sabbia bianca attorniata da grotte, e Cala Greca, delimitata da splendide scogliere.
Nella parte nord-orientale dell’isola si trova Spiaggia Mare Morto, un luogo ideale per fare immersioni grazie alle sue acque limpide e alla ricchezza di fauna marina da ammirare.

Spiaggia la Pelosa, Stintino, Sardegna

La_pelosa_stintino

Considerata da molti una delle più belle d’Europa, la spiaggia della Pelosa è situata nel golfo dell’Asinara, all’estrema punta nord-occidentale della Sardegna nel comune di Stintino, protetta dal mare aperto da una barriera naturale formata dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara.

L’acqua della Pelosa per questo motivo è sempre calma anche quando il maestrale, frequente in queste zone, si fa sentire. Di fronte alla spiaggia si trova l’isolotto (chiamato appunto della Pelosa) con la caratteristica torre aragonese a difesa del litorale, che dà il nome alla spiaggia. L’isolotto della Pelosa è raggiungibile a piedi dalla costa seguendo un guado naturale in un punto all’estremità nord della spiaggia della Pelosa.

La spiaggia della Pelosa è sicuramente una delle spiagge più belle della Sardegna e da molti considerata come la spiaggia con l’acqua così incantevole da non avere uguali in nessun altro posto d’Italia. Il suo colore turchese dell’acqua le sue trasparenze, nonché la finissima sabbia bianca la fanno assomigliare ad una spiaggia tropicale più che ad una mediterranea. Oltre all’assenza dei pesci tropicali, è la vegetazione a ricordarci che siamo in Sardegna; non palme, ma macchia mediterranea ai limiti e perfino sulla stessa spiaggia.

Spiaggia Cala Bianca, Marina di Camerota, Campania

Cala_Bianca_Marina_Camerota

In passato è stata votata come spiaggia più bella d’Italia e non si fa fatica a capire il perchè: Cala Bianca di Marina di Camerota nel Cilento è uno dei posti più belli per fare il bagno e dove trovare un po’ di tranquillità. Si tratta di una spiaggia di dimensioni ridotte con la sabbia bianchissima e circondata dalla vegetazione. La sua particolarità? Si può raggiungere solo via mare partendo proprio dal porto di Marina di Camerota.

Una spiaggia dove poter trovare calma e pace, un autentico paradiso terrestre: Cala Bianca si è infatti mantenuta intatta e incontaminata negli anni dal momento che può essere raggiunta soltanto via mare.

Is Arutas, Oristano, Sardegna

Is_Arutas

Nel golfo di Oristano, al centro della costa occidentale della Sardegna, abbracciata da due scogliere rocciose, c’è una ‘mezzaluna’ di chicchi di quarzo colorati: Is Artus, considerata la perla della penisola del Sinis, uno dei gioielli dell’area marina della penisola del Sinis, nel territorio di Cabras, a poco più di dieci chilometri a nord dal centro abitato. È una spiaggia perfetta per chi ama rilassarsi in una natura da sogno. Il fondale, profondo fin dai primi metri, assume un colore verde intenso e azzurro che si trasforma in blu. La limpidezza delle acque permetterà una chiara visuale sulla vita delle specie marine che le popolano. In alcune calette della lunga spiaggia, invece, si potranno ammirare tratti di costa con sabbia formata da bianchissimi chicchi di riso e un acqua pulitissima e cristallina. Come tutto il litorale di questa parte del golfo di Oristano, si tratta di uno degli angoli più selvaggi della Sardegna ed è uno dei luoghi più frequentati dagli appassionati di wind e kite surf.

Baia del Silenzio, Sestri Levante, Liguria

Baia_del_silenzio

La Baia del Silenzio è un angolo pittoresco della Liguria, un luogo incantevole incorniciato da case caratteristiche molto colorate situato a Sestri Levante e incorniciato dalle caratteristiche case liguri dai colori pastello. In passato è stata rifugio di celebri personalità quali Lord Byron e Goethe e oggi è una spiaggia romantica perfetta per una fuga d’amore e un tramonto insieme.

L’altra baia di Sestri Levante, località conosciuta anche come ‘la città dei due mari’, è la Baia delle Favole,una grande spiaggia, in parte di sassi e in parte di sabbia, ricca di stabilimenti balneari e locali.

Cala Goloritzè, Baunei, Sardegna

cala_Goloritzè

Impossibile non citare Cala Goloritzè, una piccola baia dal fondale trasparente circondata da falesie: un’insenatura che si trova sulla costa centro-orientale della Sardegna, nella costa calcarea della parte meridionale del golfo di Orosei. Le sue caratteristiche distintive sono i sassolini bianchi levigati, le acque trasparenti e turchesi, le rocce di marmo modellate dal tempo e il fondale basso. La cala si può raggiungere a piedi o meglio in barca e le rocce sono spesso meta prediletta per fare free climbers!

È una delle più belle calette di tutto il Mediterraneo, divenuta monumento nazionale. Un luogo magico, immancabile durante una visita in Sardegna, spesso identificato come suo simbolo.