In flottiglia alle Seychelles moltiplichi il divertimento, intensifichi l’esperienza

Alyzée

scritto da Alyzée • 9 novembre 2018

Il sole non è ancora sorto alle Seychelles, durante la nostra flottiglia in catamarano, ma la prima luce del giorno riscalda i colori del cielo all’orizzonte.

Un risveglio davvero dolce, in catamarano…

Ho lo sguardo leggermente appannato, non sono sicura di quello che ho davanti a me. Per un attimo ho il dubbio che dal mio oblò non si veda più quel mare così blu che ammiro ogni mattina, ma un telo che ostruisce il panorama.

A giudicare dal numero di cadaveri di bottiglie che mi circondano, posso facilmente dare un punteggio elevato alla qualità della festa che si è svolta qui la scorsa notte.

Esco a prendere aria. Un bel caffè caldo sarebbe un sogno, ma devo ammettere che la mancanza di energia è più grande del mio desiderio. Riprendo gradualmente coscienza di dove mi trovo, e mi ricordo che sono su un catamarano ormeggiato nella baia di Anse Volbert. Ma questa volta non siamo da soli…attaccati alla mia barca ci sono altri 3 catamarani! Tutto inizia ad avere di nuovo senso, è per questo che stamattina non ho visto il mare dal mio oblò. Ero circondata dalle barche dei miei compagni di viaggio della flottiglia Absolute.

Sul ponte trovo corpi addormentati che non fanno parte del mio equipaggio. Dormono sonni tranquilli, ma alcuni di loro sono rimasti tutta la notte sui materassi umidi che si utilizzano per prendere il sole. La festa di ieri notte è stata davvero epica, il 95% dei miei compagni di viaggio ha preso una bella sbornia direi.

Ma torniamo un attimo indietro, all’inizio di questa settimana, per capire come mi sono ritrovata in questa scena degna di Una Notte Da Leoni (The Hangover).

Prendi 4 barche invece di una, ed è tutta un’altra storia credimi!

Arrivo al porto di Mahé: sono in ritardo e senza bagagli, perché come ricorderai ho perso uno dei miei voli in transito dalla mia precedente vacanza nei fiordi norvegesi,e ora invece mi trovo nell’Oceano Indiano.

Non è difficile trovare l’equipaggio, almeno: le bandiere Sailsquare sventolano ovunque.

Il primo che incontro è Andrea , lo skipper che ha organizzato la flottiglia. Mi spiega che questa settimana sarò a bordo della sua barca, il Muzical, che per mia fortuna è la più grande e comoda delle quattro!

Andrea, Organizza subito un meeting con gli altri skipper della flottiglia per ricordare le regole di sicurezza, definire con loro l’itinerario e pianificare la rotta.

Poco a poco, i 40 compagni di viaggio della flottiglia alle Seychelles arrivano al porto e si uniscono ciascuno al proprio equipaggio.

Comprendo subito lo spirito delle flottiglie Absolute: unire il piacere della condivisione e della festa a quello della sicurezza e dell’esplorazione dei luoghi! Condividere una vacanza insieme, incontrare il quadruplo delle persone, navigare insieme…È un’occasione per vivere con tante persone diverse in barca, e promette di essere indimenticabile!

Dopo la nostra prima notte, passata in porto, partiamo e ci dirigiamo verso la prima tappa del viaggio: Curieuse Island. La traversata di 4 ore è la più lunga che faremo in questa settimana. Il tempo è cupo, le nuvole si accumulano all’orizzonte, il vento sale e fa crescere una leggera onda: il lato positivo è che possiamo provare a navigare a vela! Il nostro catamarano apre la strada alla flotta, seguito dagli altri 3 catamarani. È veramente bello vedere come queste piccole sagome dai riflessi bianchi illuminino questa paesaggio un po’ cupo.

La sicurezza: uno dei veri plus della navigazione in flottiglia in catamarano

Ogni skipper mantiene costantemente il contatto radio con il resto della flotta: usano dei VHF portatili (walkie-talkie) per comunicare tra loro e informare il resto della flotta sulla posizione delle barche che incontriamo durante il percorso. Il senso di sicurezza durante la navigazione in flottiglia è impagabile; Siamo una squadra, e se qualcuno ha bisogno di aiuto, gli altri sono sempre presenti. Il mutuo supporto è la chiave di una flottiglia bel organizzata.

Avvicinandoci a Curieuse Island, Andrea dà indicazione agli altri skipper della flottiglia alle Seychelles, su come ormeggiarsi per la notte: le acque calme della baia sono popolate di barriere coralline nascoste, per cui dobbiamo anticipare qualsiasi cambiamento nella direzione del vento, ma anche essere pronti per l’arrivo della Guardia Costiera all’alba per pagare la notte passata alla boa…tutti questi piccoli dettagli sono fondamentali per il funzionamento perfetto di una flottiglia.

Sarà così per tutta la settimana: il nostro catamarano, il Muzical apre la navigazione e l’arrivo in baia di sera, Andrea ha il ruolo ufficiale di skipper capo-flottiglia e deve informare e organizzare meticolosamente l’ormeggio di questi quattro grossi catamarani.

Serate di festa ballando sotto le stelle: l’essenza di una flottiglia

Le feste in catamarano sono veramente fantastiche, impossibile dimenticare quella dell’ultima notte, per salutare le nostra vacanza in flottiglia alle Seychelles. Come rendere una festa in catamarano epica? Bisogna ormeggiare i catamarani gli uni vicini agli altri (a pacchetto) e il gioco è fatto; 4 catamarani, 40 nuovi amici, musica e…fiesta!

Ormeggiare in una baia 4 grandi catamarani a pacchetto, non è certo un gioco da ragazzi. Si inizia con il primo catamarano che deve essere ben ancorato per permettere al successivo di attraccare, poi bisogna mettere i parabordo tra una barca e l’altra, calcolare bene le distanze, legare correttamente le barche l’una all’altra…insomma, un momento delicato per i nostri skipper.

Ma mezz’ora dopo, ci siamo: siamo tutti ancorati e vicini nella baia! Giusto in tempo per ammirare il tramonto. Partiamo leggeri, solo un punch fatto a mano. Poi, quando cala il sole, si aprono i festeggiamenti!

Ogni equipaggio si mischia, ci si incontra sul catamarano al centro del pacchetto, il Muzical appunto. Ovviamente, visto che abbiamo la macchina del ghiaccio, un sistema stereo di ultima generazione e il catamarano più ampio della flotta…era logico che la festa finisse per essere qui!

–  “Alla salute!”, gridano Yana e Jack mentre mi porgono un bicchierino di tequila.

–  “Adesso si fa sul serio”, sentenziano.

Incrociamo gli sguardi e brindiamo.

Tequila, Moscow Mule, Spritz, Rhum e così via! Tutto è moltiplicato all’ennesima potenza, immaginati a trovarti a far festa su un catamarano con 40 persone…ogni cosa, dalla navigazione alle risate, è sproporzionato!

Dopo questo piccolo racconto, ora puoi capire meglio la scena in cui mi sono svegliata la mattina successiva.

Abbiamo festeggiato nel migliore dei modi, e chiuso questa settimana in bellezza, come abbiamo iniziato: in flottiglia in catamarano.

Perché quando moltiplichi gli incontri, moltiplichi anche le amicizie e le esperienze.

In fondo, se come dicevamo sono gli incontri che fai a rendere più belli i viaggi, allora perché limitarsi?